ASD Volley Ostellato

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Calendario Serie D Femm.

UN DERBY DAL GRAN FINALE!

Axa Conad Migliaro - Volley Ostellato 1-3 (17/25 – 17/25 – 25/14 – 20/25)

Guidoboni M.V. 14, Farinelli 12, Palmieri 11, Tahiri 10, Graziadei 6, Vitale 3, Bellettati 3, Guidoboni R. 1, Alberani 1, Ingranata. N.E: Carli Ballola. Liberi: Petracca, Anselmi.

Nonostante ci vogliano far credere altro e cioè che i tre punti sono sempre tre punti, noi sosteniamo che tre punti in un derby sono sempre tre punti in un derby e non tre punti qualsiasi. Se poi ci metti che oltre ad un derby è anche uno scontro salvezza, allora i pesi sulla bilancia iniziano ad essere differenti. Per non citare poi il trend di Migliaro che dopo la vittoria casalinga contro il Reda, ha saputo far risultato anche a Casalecchio in un campo tutt’altro che semplice. Fare bella figura non era facile, vincere ben che meno, imporre il proprio gioco (forse), quasi impensabile. Invece questi tre fattori si sono sviluppati tutti contemporaneamente, con le ragazze di Fabbrini che hanno portato a casa il bottino pieno, facendo vedere un bel gioco con qualche sbavatura concessa solamente nel terzo set.

All’inizio Fabbrini rilancia in campo le sorelle Guidoboni, con Ricciarda in regia e Maria Vittoria opposto, scelta sicuramente azzeccata, soprattutto per la brillantezza dimostrata dalla mancina ferrarese, dopo la prestazione opaca di una settimana fa. Per il resto la formazione è la solita. Primo e secondo set che sono sostanzialmente un monologo, con Migliaro che quasi non sembra pervenuta e ci concede tanto, anzi troppo, da una ricezione alquanto traballante, ad un attacco poco incisivo. Coach Fiorini è costretta ad investire entrambi i time-out troppo presto e a provare qualche alternativa in campo per vedere di ottenere qualcosa dalle sue. La scossa comunque non si vede e in men che non si dica il tabellone dice Migliaro 0 – Ostellato 2.

Il terzo set invece è storia a sé, con le nostre ragazze che si concedono una pausa caffè, cappuccino e pasta inclusi, perché quella che si vede in campo è la brutta copia della squadra brillante tenace ed incisiva dei primi due parziali. Sono ben 12 gli errori nella nostra metà campo, equamente distribuiti tra tutte le giocatrici, che regalano il set al Migliaro fin dai primi punti. Fabbrini prova qualche cambio ma ormai la situazione è compromessa. Una risalita dal 9-20 è cosa assai rara, anche se una breve scossa finale di vitalità porta al 14-25. Da dire che comunque Migliaro sta carburando piano piano e il suo gioco è diventato più lucido e con meno sbavature.

Nel cambio di campo il coach prova a riaccendere la luce, cercando di far uscire il carattere alle proprie atlete, per non lasciarci sfuggire un bottino di tre punti che era ampiamente alla portata. Coraggiosi i cambi sin da subito, con Sara in regia al posto di Ricciarda, Costanza al posto di Stefania Palmieri come schiacciatore ed Irene per Marta al centro. Le scelte si rilevano poi azzeccate, con la schiacciatrice parmense che tra attacco e ricezione è quasi perfetta, coadiuvata da Maria Vittoria e Stefania Farinelli che mantengono efficace un attacco che è la vera arma in più di questo set. Se poi ci metti due muri letali di Bruna nei momenti che contano, a Migliaro rimane ben poco, nonostante i cambi tecnici e tattici di coach Fiorini che le ha provate tutte. Rimane in parità fino a metà il set, poi i due break decisivi 18-14 e 21-15 accendono qualche luce nell’orizzonte gialloblù. Si arriva ai sei match-point sul 24-18, ma ne servono solamente tre per chiudere brillantemente sul 25-20 un set che per quello che si è visto in campo ha quasi rasentato la perfezione. Poco da recriminare al Migliaro visto in campo nel terzo e quarto set, sicuramente diverso da primi due set.

Una vittoria che regala morale oltre ai primi tre punti diretti, dopo tantissime lotte al tie-break. Ora non c’è nemmeno un giorno di respiro perché il prossimo turno sarà infrasettimanale, e cioè mercoledì sera ad Ostellato, dove a far visita saranno le forti ragazze del Russi che occupano le zone che contano della classifica. Oserei però dire che alla nostre ragazze non spaventa nessuna avversaria, soprattutto tra le mura amiche dove fino ad oggi tutte le partite sono state battagliate dal primo all’ultimo punto. Arrivederci a mercoledì, vi aspettiamo numerosi!